Un gommone in pericolo con circa 80 persone a bordo è stato intercettato da una motovedetta libica. Poco prima, la ong Sea Watch aveva segnalato la situazione su Twitter, scrivendo che “la nave P492 Bettica della Marina militare italiana si trova vicino” alla barca, “ma non interviene”. L’intervento dei libici è stato confermato dalla stessa Marina.

I militari italiani hanno anche riferito che nel momento in cui hanno raccolto l’sos, segnalato dalla ong Colibrì, la nave Bettica si trovava a 80 chilometri dal gommone. Subito, hanno fatto decollare un elicottero per fornire supporto, ma quando è arrivato in prossimità dei migranti in difficoltà, la motovedetta di Tripoli era già intervenuta. La Sea Watch aveva scritto nel tweet che il loro aereo aveva “inviato un messaggio di Mayday Relay e confermato l’avvistamento di persone aggrappate a un tubolare sgonfio”.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Creata un’app per smartphone che “sente” la presenza di un’infezione all’orecchio

prev
Articolo Successivo

Genova, scontri tra antifascisti e Polizia durante comizio Casapound: cinque feriti. Un giornalista con due dita fratturate

next