Ha messo in bocca un caricabatterie ancora attaccato alla corrente elettrica e per lei non c’è stato più niente da fare. E’ morta così una bimba di due anni, a causa della scarica elettrica. Secondo quanto riportato dal Mirror, Shehvaer era originaria di Mustafabad nel territorio federato di Delhi ed era andata con la famiglia a trovare i nonni materni a Jahangirabad, nel distretto di Bulandshahr. Rimasta con i nonni mentre la mamma era uscita a fare alcune commissioni, la bambina ha cercato di mangiucchiare il cavo del caricabatterie che qualcuno aveva lasciato attaccato alla presa elettrica. Trasportata subito in ospedale, per lei non c’è stato niente da fare. Nessuna denuncia e quindi nessuna indagine in corso per quello che è stato un tragico incidente.

 

 

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lo usavano come schiaccianoci ma era una bomba della Seconda Guerra Mondiale

next
Articolo Successivo

Uccise il cagnolino Remì con una fucilata davanti ai passanti: denunciato pensionato di 71 anni

next