“La Repubblica ha l’obiettivo di colmare le fratture che si aprono nella società. Chi detesta la democrazia vuole che le fratture si allarghino, divenendo conflitti insanabili, che seminino paure e rancore, che la Costituzione divenga irrealizzabile. Abbiamo sconfitto quel terrorismo”. Lo afferma il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, durante il suo intervento alla facoltà di Scienze politiche dell’Università La Sapienza di Roma, per la cerimonia di intitolazione dell’aula XIII a Massimo D’Antona, il giuslavorista e docente assassinato dalle Nuove Brigate Rosse nel 1999.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Salvini, il sindacalista ‘Zorro di piazza Duomo’: “Ci è costato 650 euro quello scherzo ma è stato come un orgasmo”

prev
Articolo Successivo

Salvini invoca la Madonna e attacca il Papa. Ma il mondo cattolico non combatte abbastanza

next