“Quello è un emendamento che il Ministero della Sanità sta già predisponendo andrà in qualche provvedimento che non riguarda le Autonomie che ha un respiro costituzionale che va oltre una norma con divisibile, ma di carattere ordinario” Così Giancarlo Giorgetti numero due della Lega e sottosegretario alla Presidenza del Consiglio commenta quanto affermato e presentato stamane da Luigi Di Maio e il M5S con l’intento di togliere alla politica regionale il potere di nominare i direttori generali in sanità”.

Questo per i penta stellati viene prima dell’Autonomia differenziata, ma Giorgetti non ne sembra entusiasta “come nel calcio ogni tanto si fa melina e si perde tempo per difendere il risultato”. E sul vertice di governo chiesto da Di Maio a cui Lega e Salvini rispondono picche perché secondo il capo politico M5s ‘si sono offesi dopo le che Conte, su spinta del Movimento, abbia dimissionato il sottosegretario Armando Siri‘ Giorgetti puntualizza: “Secondo me più vertici ed incontri si fanno e meglio è. Io sono contrario a parlarsi su twitter, per questo non ce l’ho”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Sblocca cantieri, Cantone: “Dentro ci sono norme pericolose. Nei subappalti si rischiano infiltrazioni mafiose”

next