May You Live In Interesting Times” è il titolo della biennale che il curatore Rudolph Rugoff, direttore della Hayward Gallery di Londra, ha scelto per raggruppare 79 artisti internazionali tutti contraddistinti da una lettura inedita e disincantata verso la realtà coeva. Tutti interessati a valicare il concetto di mera arte di opposizione o di propaganda si pongono, attraverso multiformi linguaggi espressivi, l’obbiettivo di svelare i meccanismi di una società “duale” tra realtà e falsificazione. Tratto da un’espressione popolare cinese, di uso comune tra gli anglosassoni, e ispirato ad un saggio di Bruno Latour pubblicato nel 2004 “Why Has Critique Run out of Steam?” il titolo svela un’approccio critico e diametralmente opposto a quello di stampo ottimistico della scorsa edizione. Rugoff crea due mostre differenti, una all’Arsenale e una al Padiglione Centrale dei Giardini, ma coinvolgendo gli stessi artisti; tra i nomi compaiono molti giovani nati tra gli anni 70 e gli anni 80 e pochi maestri, come a voler sottolineare un’ulteriore inversione di marcia. Due le artiste italiane invitate: Ludovica Carbotta e Lara Favaretto accomunate da una poetica empatica ma estremamente sofisticata e asciutta.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Andrea Bianconi porta la sua arte a San Vittore e una detenuta racconta: “Mia madre si tolse la vita in cella davanti ai miei occhi”

next
Articolo Successivo

Salone del libro, ha ragione Salvini: il fascismo è surreale (come un popolo che non legge)

next