Una è nata il 17 novembre del 2018, l’altra il 22 febbraio 2019 eppure sono sorelle gemelle. Un evento straordinario, avvenuto in Germania, a Colonia, come annuncia l’ospedale di Colonia-Holweide: Liana e Leonie sono nate  infatti proprio nella clinica tedesca, a 97 giorni di distanza l’una dall’altra. Le piccole stanno bene e i genitori Oxana e Alexander sono felicissimi. “Una nascita gemellare in due fasi è molto rara in tutto il mondo“, ha fatto sapere una portavoce delle cliniche della città di Colonia.

Tutto questo è stato possibile perché Liana è nata prematura dopo solo 26 settimane e cinque giorni di gravidanza: al momento del parto pesava 900 grammi. La sorella Leonie invece, è rimasta nel grembo materno per altri 97 giorni appunto, ed è nata quattro giorni dopo il termine, con un peso di 3,7 chili. “Non è la prima volta nella nostra clinica pediatrica che dei gemelli nascono in giorni diversi a Holweide. Ma non c’era mai stato un intervallo di 97 giorni, è un caso rarissimo”, ha detto al quotidiano tedesco Kölner Stadt-Anzeiger il medico della clinica Holweide Uwe Schellenberger.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Uomo ucciso dal casuario: è l’uccello più pericoloso del mondo

prev
Articolo Successivo

Fabio Fazio, Dagospia: “Che tempo che fa sarebbe uscito dai palinsesti di RaiUno”

next