La Polizia di Stato di Ragusa ha arrestato due truffatori seriali che simulavano finti incidenti facendo credere ai parenti delle “vittime” di poter risarcire con migliaia di euro la controparte. Sette i colpi ricostruiti dalla squadra mobile, guidata dal vicequestore aggiunto Antonino Ciavola, da agosto a oggi in provincia di Ragusa. I due responsabile sono finiti in carcere: Antonio De Martino, 69 anni, e il figlio Vincenzo De Martino, 44 anni, accusati di truffa e tentata truffa, aggravati dall’aver commesso i fatti ai danni di donne anziane. “Verranno divulgate le foto e le generalità dei due pluripregiudicati truffatori in quanto vi è l’alta probabilità se non la certezza che padre e figlio abbiano colpito in tutta Italia”, dicono gli investigatori. Nel video, il loro modus operandi e la ricostruzione delle telefonate alle vittime.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Pavia, maestra d’asilo arrestata: “La devi smettere, la mia mano diventa rossa…”. Le immagini dei maltrattamenti

prev
Articolo Successivo

Mercantile dirottato, la nave attracca a Malta: i militari coi mitra in mano mentre sbarcano i migranti. Le immagini

next