È stato bloccato al controllo passaporti mentre tentava di imbarcarsi. Giuseppe Biesuz, ex amministratore delegato di Trenord, stava cercando di fuggire a Londra quando è stato arrestato dalla polizia all’aeroporto di Linate, a Milano. Lo scorso luglio il 57enne Biesuz era stato condannato in appello a 4 anni e 9 mesi per truffa, false attestazioni e bancarotta fraudolenta: da allora, fino all’intervento della polizia con la collaborazione dei carabinieri del Nucleo Investigativo di Milano alle 13.30 di oggi, risultava ricercato.

Biesuz è stato a capo della società controllata da Regione Lombardia dal 2010 al 2012, anno in cui è stato arrestato per il buco di 685mila euro della società energetica “Urban Screen. In quell’occasione è emerso che aveva falsificato il curriculum per poter entrare in Trenord: era stato accusato di truffa inoltre perché non aveva conseguito la laurea all’università Cà Foscari e anche di falso per aver dichiarato al gip di essere laureato. Ora l’ex manager dovrà scontare la pena diventata definitiva.