“Non voglio che l’Italia sia una colonia di nessuno. Studiamo, lavoriamo, approfondiamo, valutiamo”. Lo ha detto il vicepremier Matteo Salvini, rispondendo a una domanda sul memorandum d’intesa con la Cina al termine della presentazione delle celebrazioni dei 500 anni dalla morte di Leonardo. “La sicurezza nazionale viene prima di qualunque interesse commerciale. La protezione dei dati e della sicurezza degli italiani viene prima di qualunque altra cosa. Se si parla di business va bene, quando si parla di interesse dei cittadini e degli imprenditori italiani bisogna stare molto attenti”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Matera, Salvini contestato durante il comizio. E lui risponde: “Bravi, avete vinto dieci immigrati da mantenere”

next
Articolo Successivo

Autonomia differenziata, De Luca: “Abbiamo sventato un tentativo di furto fatto con destrezza da Salvini”

next