A Caivano, in provincia di Napoli, 51 ex dipendenti della bresciana Italcables per non perdere il lavoro si sono costituiti cooperativa e hanno riacquistato (grazie ad una legge del 2013 che riconosce la prelazione a favore dei lavoratori di imprese in crisi) l’azienda a titolo definitivo con atto notarile nel novembre scorso, investendo le loro liquidazioni, il tfr, indennità di mobilità. “Un salto nel vuoto senza paracadute, abbiamo impegnato tutto quello che avevamo” raccontano

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lavoro, a dieci anni dalla crisi è boom dei sottoccupati. E 5,7 milioni sono troppo qualificati per il posto che hanno

next
Articolo Successivo

Fca-Fiom, è rottura su rinnovo contratto. Re David: “Troppe distanze su relazioni sindacali e salario. Via alle assemblee”

next