Dalla maggioranza all’opposizione, tutti sulla giustizia sembrano usare le parole e i comportamenti di Berlusconi, dal M5s che nega l’autorizzazione a procedere ai giudici sul caso Diciotti a Salvini, all’ex leader del Pd, Matteo Renzi, e i suoi che attaccano la magistratura e parlano di ‘giustizia a orologeria’, fino al leader leghista in fuga dal processo. Così è Berlusconi stesso a rilanciare: “Le disgrazie degli altri non mi rendono mai felice. Penso che ora come ho sempre detto ci sia bisogno di una profonda riforma della giustizia“, ha rivendicato il leader azzurro, arrivando in Senato per incontrare i gruppi parlamentari di Forza Italia, a proposito dell’inchiesta che coinvolge i genitori di Renzi, finiti ai domiciliari. “Il M5s è più vicino a Forza Italia sulla giustizia dopo aver salvato Salvini sul caso Diciotti? Non m’interessa, non ho nessuna considerazione di loro”, ha poi attaccato i 5 Stelle. Invocando che il governo M5s-Lega cada al più presto: “Anche tra un’ora”.
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Pensioni d’oro, Landini: “Mi sono rotto”. Poi racconta: “Un benzinaio mi dice: ‘Giri in auto coi nostri soldi’ e io…”

prev
Articolo Successivo

Caro Di Maio, in dieci giorni hai disintegrato tutto. Forse è meglio tornare a casa

next