“Se c’è qualcuno che pensa che si possono utilizzare le regionali per rendere reale quello che non si ha il coraggio di dire apertamente e cioè che il progetto futuro della grande alleanza è quello di rimettersi insieme a quelli che se ne sono andati”, ovvero Leu, “dopo che per 5 anni ci hanno martellato e hanno contribuito al risultato del 4 marzo, lo si dica chiaramente”. Lo dice Roberto Giachetti in una diretta Fb con Anna Ascani. Il modello Abruzzo non può “essere esportato a livello nazionale”, rimarca il candidato alla segreteria Pd. Per Giachetti non esiste un’alleanza con Leu né riproporre coalizioni alla Unione del 2006: “Si sta costruendo un clima, un film a tutto campo che vuole portarci lì e siccome noi i tempi dell’Unione ce li ricordiamo e non dimentichiamo cosa vuol dire vincere le elezioni con tutto e tutto il suo contrario e poi quando si va a governare si è paralizzati dai ricatti dei piccoli e piccolissimi partiti. Se qualcuno pensa che quello possa essere il modello per il futuro, sappiate che per noi quello è un modello irripetibile”. Il candidato alle segretaria Pd quindi si rivolge agli elettori delle primarie: “Ancora una volta ci sono due posizioni chiare. Da una parte chi sostiene che non esiste alcuna possibilità di allearsi con chi ha fatto quello che ha fatto al Pd e dall’altra chi invece lavora perchè questo si realizzi. Lancio un allarme agli elettori perché questo sia chiaro”