Scontro Francia-Italia? La Francia ha ragione. Vorrei essere governato da Macron. Altra classe. Guarda questi qui di profilo, nemmeno Neanderthal“. Così, in una incontenibile intervista a La Zanzara (Radio24), si esprime il fotografo Oliviero Toscani, che rincara: “Siamo diventati gli stupidi del villaggio globale grazie a questi due partiti che ci governano. Non ci caga più nessuno, non contiamo niente e facciamo ridere i polli. Una volta Grillo faceva gli spettacoli comici e questo spettacolo oggi lo abbiamo portato in Parlamento, in aula. Lo show continua”.
E sui due vicepresidenti del Consiglio aggiunge: “Non li nomino più quei due, portano sfiga. Mi sto toccando a pelle. Guardate cosa è successo da quando sono al governo: tutte sfighe, come la recessione. E facevano pure i fighi con la Ue. Vive la France!”.

Caustico anche il commento sul direttore di Rai Due, Carlo Freccero (“soffre di andropausa televisiva”) e sulla senatrice di Fratelli d’Italia, Daniela Santanchè, la quale, nella trasmissione “Alla lavagna”, su Rai Tre, aveva esaltato l’importanza del denaro per la libertà: “Ha detto che i soldi servono a essere liberi? Anche le puttane dicono questo. E’ una cosa becera, non puoi dirlo ai bambini. E’ proprio da internare“.

Battuta finale sul divorzio tra l’europarlamentare dem Cécile Kyenge e il marito Domenico Grispino, da un anno elettore della Lega: “Ovunque ci sono donne sante e mariti coglioni. E viceversa. Se dovessi avere una relazione con una donna della Lega, non ci starei sicuramente perché è una di cultura o una grande intellettuale o una intenditrice di Godard o di Welles. No. E’ impossibile, una militante della Lega non può essere una intellettuale. Fatemi l’esempio di uno della Lega acculturato. Ffatemelo cazzo”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Scuola, Bussetti chiarisce: “Non esiste scuola del Sud o del Nord. Solo scuola italiana”

prev
Articolo Successivo

Decreto Carige, al via la discussione generale alla Camera, ma l’Aula è completamente deserta

next