L’incendio, le fiamme che si propagano e coinvolgono diverse parti della sede del Flamengo, a Rio de Janeiro e fanno dieci morti. Sei vittime sono giovani reclute del club, baby-calciatori tra i 14 e i 17 anni, e 4 invece sono dipendenti. I feriti, sempre giocatori delle giovanili del club carioca, sono invece 3, uno dei quali in condizioni gravi.

“La causa dell’incendio è ancora ignota e sarà stabilita dall’inchiesta. Le vittime non sono ancora state identificate, ma sono giovani giocatori, da quello che ci hanno detto i responsabili della squadra”, ha detto il capo dei pompieri Douglas Henaut a Globo.

Le fiamme sono divampate nel centro sportivo del Flamengo, a Vargem Grande, nella zona ovest di Rio de Janeiro, in una parte della struttura che – secondo il quotidiano brasiliano – era stata costruita nel 2014 e recentemente ristrutturata. Il centro viene utilizzato non solo dai ragazzi delle giovanili, ma anche dalla prima squadra.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Usa, Bezos accusa il National Enquirer di estorsione: “Tabloid vicino a Trump minaccia di pubblicare mie foto osè”

prev
Articolo Successivo

Scontro Italia-Francia, i commenti sulla pagina Facebook di Le Monde contro Macron: “Il re si è arrabbiato”

next