L’incendio, le fiamme che si propagano e coinvolgono diverse parti della sede del Flamengo, a Rio de Janeiro e fanno dieci morti. Sei vittime sono giovani reclute del club, baby-calciatori tra i 14 e i 17 anni, e 4 invece sono dipendenti. I feriti, sempre giocatori delle giovanili del club carioca, sono invece 3, uno dei quali in condizioni gravi.

“La causa dell’incendio è ancora ignota e sarà stabilita dall’inchiesta. Le vittime non sono ancora state identificate, ma sono giovani giocatori, da quello che ci hanno detto i responsabili della squadra”, ha detto il capo dei pompieri Douglas Henaut a Globo.

Le fiamme sono divampate nel centro sportivo del Flamengo, a Vargem Grande, nella zona ovest di Rio de Janeiro, in una parte della struttura che – secondo il quotidiano brasiliano – era stata costruita nel 2014 e recentemente ristrutturata. Il centro viene utilizzato non solo dai ragazzi delle giovanili, ma anche dalla prima squadra.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Usa, Bezos accusa il National Enquirer di estorsione: “Tabloid vicino a Trump minaccia di pubblicare mie foto osè”

next
Articolo Successivo

Scontro Italia-Francia, i commenti sulla pagina Facebook di Le Monde contro Macron: “Il re si è arrabbiato”

next