“Dietro le quinte parlano di un clima ‘orrendo’, nuvole nere tra il cast artistico e i vertici di Rai1“. Così scrive il Corriere della Sera riportando quelle che definisce “voci assolutamente fondate” sul Festival di Sanremo. A creare tensioni tra Viale Mazzini e il trio di conduttori del Festival, Claudio Baglioni, Virginia Raffaele e Claudio Bisio, sarebbe stato proprio il monologo fatto da quest’ultimo martedì sera sul palco dell’Ariston.

Un discorso scritto da con Michele Serra, storico autore di Claudio Bisio lontano dalle posizioni della maggioranza al governo, che leggeva i testi delle canzoni di Claudio Baglioni in chiave pro migranti e che si concludeva con un appello in diretta “al mondo Rai”: “Se vi fidate di lui, di noi, lavoreremo benissimo”, ha detto. Parole che non devono esser passate inosservate in Rai tanto più se, come dice il Corriere, tutto il testo del monologo è stato oggetto di una trattativa politica per giungere ad un compromesso: “perché le idee di partenza sarebbero state altre, più nette e dunque sicuramente più sgradite“, spiega infatti il quotidiano.

A microfoni aperti tutti smentiscono però che ci sia stata una pressione da parte del mondo politico: “Non c’è stata nessuna pressione diretta, anche se avvertivo la tensione intorno”, ha detto Bisio e anche la direttrice di Rai1 Teresa De Santis ha assicurato di “non aver mai chiesto di visionare preventivamente i testi. Sono stata consultata solo una volta su un passaggio sul quale ho detto la mia opinione, poi la cosa è stata fatta esattamente come me l’avevano proposta gli autori”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sanremo 2019, la seconda serata è la più difficile. E ieri ci ha lasciato un rammarico

next
Articolo Successivo

Sanremo 2019, Pippo Baudo sul palco dell’Ariston, i fan si infuriano: “È una vergogna”

next