È Giorgio Locatelli il nuovo giudice di questa ottava edizione di Masterchef, al via giovedì 17 gennaio in prima serata su Sky Uno. Dopo l’addio di Antonia Klugmann, Locatelli ha lasciato la sua Londra per affiancare Bruno Barbieri, Joe Bastianich e Antonino Cannavacciuolo nel popolare cooking show. Poco famoso in Italia, il nuovo giudice è invece molto celebre oltre Manica, dove ha sede la sua Locanda Locatelli, una vera istituzione con la sua stella Michelin. Forse qualcuno se lo ricorderà come ospite di una puntata sfida della scorsa edizione, in cui aveva conquistato tutti con la sua simpatia. Originario di un piccolo borgo sulla riva lombarda del lago Maggiore, si è trasferito a in Inghilterra nel 1986 e da allora resiste in quel posto da mille mode che è Londra, come un faro della cucina italiana. E conquista vip su vip. 

“Per me è un grande onore essere stato scelto per far parte di un programma di così grande impatto come MasterChef Italia. Ho trascorso tre quarti della mia carriera all’estero e ho sempre pensato che sarei stato considerato solo per il mio lavoro fuori dai confini italiani: uno chef d’oltralpe. Far parte di MasterChef è quindi per me il riconoscimento più grande”, ha spiegato Locatelli che anche a Londra tramanda con i suoi patti una tradizione solidissima, fatta di ricerca e fornitori giusti che ogni giorno gli offrono l’eccellenza dei prodotti italiani. E proprio per i suoi servizi resi all’Italia nel mondo, si è guadagnato il titolo di ambasciatore della cultura italiana all’estero.

Eppure qui in Italia Locatelli aveva una vita sicura, già tracciata, con l’eredità probabile del ristorante La Cinzianella, guidato dallo zio che per primo lo ha formato nelle cucine, ma lui ha scelto di cambiare vita e trasferirsi nella capitale inglese. La sua carriera inizia al Savoy Hotel di Anton Edelmann, però, dopo una parentesi parigina di tre anni al Laurent e al Tour D’Argent, decide di far ritorno a Londra. Apre il ristorante Zafferano, che con lui guadagna una Stella Michelin nel 1995. La vera svolta arriva nel 2002, quando insieme a sua moglie Plaxy apre la Locanda Locatelli, nella centralissima Seymour Street. Un luogo che rappresenta ai massimi livelli la cucina italiana nel Regno Unito. A pochi mesi dalla sua apertura, la Locanda conquista una stella Michelin che da quel giorno non ha più perso. Oggi, Locatelli è proprietario anche di Ronda Locatelli, ristorante all’interno dell’hotel e resort a cinque stelle Atlantis The Palm a Dubai, esportando la cucina italiana in Medio Oriente.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Da Nizza a Berlino, sul Nove voci e testimonianze degli attentati terroristici che hanno sconvolto l’Europa

next
Articolo Successivo

La Vita in Diretta, arriva Casimiro Liero ma non Elisa Isoardi. I conduttori restano Fialdini-Timperi. Che sia solo un “round” di attesa prima dell’arrivo dell’ex di Salvini?

next