D’accordo, è l’evento televisivo dell’anno per Canale 5, eppure lo show Adrian di Adriano Celentano ha già infastidito più di un telespettatore ancor prima di andare in onda. Il motivo? Presto detto: la pubblicità (quasi) assordante che ne annuncia la messa in onda. Questa è una prerogativa tutta del Molleggiato: quando vengono trasmessi gli spot dei suoi show-evento, il volume si alza di qualche decibel rispetto all’audio normale e crea un fastidio “molesto” per chi sta guardando la televisione comodo comodo sul divano di casa.

Era già successo nel 2013 per gli spot pubblicitari di Rock Economy, e anche nel 2014 con le pubblicità degli speciali relativi al suddetto show: il suono aumenta rispetto agli standard e scatta la ricerca del telecomando per abbassare il volume, ne va della perdita dell’udito e dell’inquinamento acustico. Nonostante tutto, però, lo scopo è raggiunto: catturare l’attenzione dello spettatore e ricordargli che il 21 e 22 gennaio andrà in onda l’evento su Canale 5. Cosa sarà, di preciso, lo sanno in pochi. Sicuramente vedremo un po’ di show, condotto da Michelle Hunziker, dove non si sa se apparirà Celentano, e un po’ di “graphic novel” (insomma, un cartone animato) ideata proprio dallo stesso Molleggiato. Sul progetto Mediaset e il team Celentano lavora da tempo: era stato annunciato nella lontana estate del 2016 e solo ora, dopo svariati rinvii, vedrà la luce.

Nel frattempo i telespettatori si affidano a Twitter per esprimere il proprio disagio sull’audio “molesto” della pubblicità di Adrian. “Capisco che il pubblico medio di Celentano sia stagionato, ma aumentare improvvisamente l’audio della pubblicità rischia l’abbassamento precoce del mio udito”, scrivono. “L’ottavo segreto di Fatima da scoprire è che problemi hanno quelli che regolano l’audio delle pubblicità di AdrianoCelentano”, e ancora, “L’abbiamo già fatto il conto dei morti per infarto alla pubblicità di Adrian?”, “Mano al volume del telecomando. Perché Adrian è sempre in agguato quando meno te lo aspetti”, “Per salvaguardare la salute delle mie orecchie e del mio cuoricino ho impostato il muto, ma ho paura che Adrian abbia il potere di disattivarlo”. Dai, ancora una settimana, e le nostre orecchie potranno trascorrere giornate tranquille.