LA PRIMA PIETRA di Rolando Ravello. Con Corrado Guzzanti, Lucia Mascino, Valerio Aprea. Italia 2018. Durata: 77’. Voto: 3,5/5(AMP)

Metti un preside di scuola elementare ossessionato dal Natale esaltato dalla recita dei suoi piccoli alunni. E metti, soprattutto, uno di questi a lanciare (colpevolmente?) una pietra rompendo una vetrata dell’edificio e ferendo due bidelli. Se ci aggiungi che il bimbo è figlio di immigrati mussulmani mentre i bidelli sono ebrei, la guerra è dichiarata. Chi pagherà per il danno commesso? Gioco al massacro dalla pregiata firma teatrale di Stefano Massini – dalla cui piece il film deriva – La prima pietra è un inno al “fare cinema” in unità di tempo (una giornata) e spazi (la scuola e il suo cortile) con vis comica e capacità di scavare nella denuncia socio-politica. Coralità esemplare in un cast perfetto su cui spicca – naturalmente – l’estro del “preside” Corrado Guzzanti.

Film in uscita, da Santiago, Italia a La Casa delle Bambole: cosa ci è piaciuto e cosa decisamente no

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Oscar 2019, Kevin Hart non condurrà la cerimonia: l’attore si ritira dopo le polemiche per le sue frasi omofobe

next
Articolo Successivo

Meditazione coi Beatles, il docufilm sul viaggio alle pendici dell’Himalaya dei Fab Four e Mia Farrow recuperato al River to River di Firenze

next