A Polignano a Mare, il suggestivo borgo pugliese arroccato su uno scoglio a strapiombo sul mare, è già tutto pronto per il Natale. Sabato 17 novembre è stata infatti inaugurata la rassegna “Meraviglioso Natale”, che ha portato in città spettacoli di luce e un abete che, con i suoi 18 metri d’altezza, promette di essere il più grande di tutta la Puglia. Per accedere al centro storico e visitare il villaggio natalizio, però, è necessario pagare un ticket di 5 euro e passare attraverso dei tornelli che regolano gli accessi: un provvedimento reso necessario per ragioni di sicurezza che subito ha sollevato le polemiche. Sui social prevale infatti il dissenso e qualcuno invita addirittura a boicottare l’iniziativa: in molti si lamentano delle lunghe code per acquistare la card e entrare nel centro storico, altri invece si chiedono se sia giusto limitare l’accesso di uno spazio pubblico. A far discutere poi, è l’incertezza legata al fatto di dover pagare il ticket d’accesso una tantum oppure per ogni ingresso. Entusiasmo invece tra le associazioni di albergatori e commercianti.

Secondo quanto scritto dalla Gazzetta del Mezzogiorno il provvedimento sarà attivo infatti tutti i week end, a partire da questo, fino al fine settimana dell’8 dicembre. Poi la regola varrà tutti i giorni fino al 6 gennaio e, essendo ricaricabile, sarà anche l’unico modo per acquistare i prodotti dei mercatini e di visitare le attrazioni natalizie installate dal Comune per le festività. L’iniziativa nata per rilanciare il turismo invernale nella città Natale di Domenico Modugno rischia però di trasformarsi in un boomerang: “Che è Venezia?“, scrive infatti qualcuno su Twitter. “Modugno si starà rivoltando nella tomba” dice un altro. Ma non manca chi, dopo aver visitato gli addobbi del centro storico, ha commentato entusiasta.