Oliviero Toscani ha passato ai raggi X quella che è diventata la “foto della rottura”, ovvero il selfie di Elisa Isoardi e Matteo Salvini a letto: “È un po’ cornuto“, ha detto intervenendo a Un giorno da pecora e riferendosi al vicepremier e ministro dell’Interno. “Se poi non dorme davvero ma fa finta di dormire è proprio un pirla…“. Il celebre fotografo non usa mezzi toni: “Fa (Salvini, ndr) visivamente un po’ cornuto, a livello di immagine lo cornifica. Guarda chi osserva la foto, però abbraccia l’altro…Poveretto, per una volta che è innocente, certo un po’ cornuto, con la Isoardi che guarda gli altri”.

E poi dà qualche lezione di fotografia a Elisa Isoardi: Quando guarda nell’obiettivo e fa una foto, è come se guardasse tutti coloro che poi vedranno quello scatto”. Secondo Toscani, infatti, c’era già qualcosa che non quadrava nella relazione tra il ministro dell’Interno e la conduttrice Rai: “Lei ha un po’ quest’aria un po’ infedele, guardando nell’obiettivo guarda ognuno di noi mentre lei è lì, insieme al poveretto che dorme…”. E aggiunge: “È come la canzone di Patty PravoPazza idea‘: faccio l’amore con lui però pensavo a te“.

Insomma, Oliviero Toscani stronca completamente la foto: “Ha tutte le cose più banali che si mettono insieme per fare la fotografia, è una foto abbastanza banale, anche la stanza dove si trovavano è una cosa pulita, sì, ma da motel a 3 stelle, al risparmio“.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Asia Argento e Fabrizio Corona, la madre di lei li definisce “Due signori di mezza età con felpa e cappuccio che si baciano”. La figlia: “Fottiti troia”

next
Articolo Successivo

Ilaria D’Amico difende Buffon: “Quel rigore di Insigne era imparabile, questo però non lo dici”

next