Ventiquattro ore su ventiquattro con le telecamere puntate, dopo pochi giorni arriva il primo discusso caso che coinvolge un concorrente del Grande Fratello Vip. Al centro delle polemiche ci è finito Ivan Cattaneo, protagonista nella casa più spiata d’Italia di un vero e proprio scivolone. Nella caverna, luogo del reality riservato ad alcuni concorrenti, inizia una conversazione tra i partecipanti che presto trascende con una frase dell’artista bergamasco: “Rifiutare una donna è peggio che violentarla“. Un concetto che lascia senza parole ma che il cantante rafforza aggiungendo che nello stupro, almeno, la donna si sente “oggetto del desiderio“. Gli altri concorrenti sorpresi provano a replicare a tono ma Cattaneo, pur sottolineando la gravità dello strupro, ribadisce il concetto nuovamente. Il tutto è stato trasmesso da Mediaset Extra, che segue la diretta del programma di Canale 5, mercoledì sera intorno alle 23.30. La polemica prenderà piede nelle prossime ore, il Grande Fratello potrebbe valutare una punizione e trattare il caso lunedì nella puntata in diretta con Ilary Blasi e Alfonso Signorini.

Negli anni il reality si è trovato più volte alle prese con frasi e comportamenti discutibili vagliando in alcuni casi l’esclusione dal gioco. Dopo bestemmie, atteggiamenti violenti, senza farsi mancare discorsi offensivi nei confronti degli omosessuali e non solo. Nei primi giorni Cattaneo si era reso già protagonista ma per motivi diversi. Dopo la prima notte in casa l’eccentrico artista aveva avuto un attacco di panico arrivando a valutare l’uscita dalla casa. Si era mostrato trasgressivo già poche ore dopo l’ingresso parlando della pratica dello sbiancamento anale, discorsi a ora tarda che avevano creato ilarità sui social. In questo caso l’uscita di Cattaneo sullo stupro rischia invece di creare un nuovo caso nel reality. Già nel mirino per il probabile ingresso in casa di Lory Del Santo, dopo la morte del figlio Loren, e per le polemiche del Codacons per la presenza nel cast di Francesco Monte.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotdiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Miss Italia conserva il titolo: le foto hot di Carlotta Maggiorana non sono incompatibili con il concorso

next
Articolo Successivo

Ponte Morandi, Gino Paoli: “Toninelli? È un cretino, e il suo progetto è una stronzata”

next