Lo scorso 17 settembre la ventiseienne Carlotta Maggiorana è stata eletta Miss Italia 2018. Per la prima volta il titolo è stato vinto da una ragazza sposata e da una concorrente con un curriculum non immacolato, con molti film e presenze televisive già all’attivo. Pochi giorni dopo la vittoria la reginetta di bellezza è finita al centro della scena rischiando il titolo dopo la pubblicazione di alcuni suoi scatti osé. Il settimanale Oggi aveva infatti pubblicato le immagini di un backstage realizzato sul litorale romano nel 2015 in cui era coperta solo dai capelli e da una palma. Qualche anno prima aveva partecipato al concorso Miss Grand Prix e da vincitrice aveva realizzato un calendario sexy. Il regolamento del concorso recita infatti che le partecipanti non devono “essere state mai ritratte per propria volontà o comunque col proprio consenso in pose di nudo, o in ogni caso sconvenienti“.

La commissione di garanzia del concorso, formata da tre avvocati, “esaminati gli aspetti creatisi con la pubblicazione di alcune foto di nudo di Carlotta Maggiorana, ha dato parere di non incompatibilità delle immagini in questione con il possesso dei requisiti per l’ammissione al concorso“. La corona, come in molti avevano già immaginato, è salva e la Maggiorana festeggia dopo la decisione: “Sono molto felice, ma non avevo dubbi perché nella mia vita ho sempre tenuto un comportamento corretto“. La Miss ha poi spiegato la natura delle discusse foto hot: “Ho grande rispetto per il lavoro scrupoloso del concorso, di Patrizia Mirigliani e dei suoi legali nei riguardi delle foto pubblicate che sono state fatte a sorpresa, cioè ‘rubate’. Mai un momento, dalla sera dell’elezione, mi sono sentita senza corona. Ora penso solo ad onorare il mio titolo“. La Maggiorana si gode dunque il titolo riconfermato e continua il suo tour televisivo, negli ultimi giorni ha infatti partecipato a numerosi programmi tv Rai e Mediaset.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Rho, in fiamme un rifugio per animali: ottanta gatti morti carbonizzati

prev
Articolo Successivo

Grande Fratello Vip, Ivan Cattaneo: “Rifiutare una donna è peggio che violentarla”. Il cantante ora è a rischio

next