A bordo della Aquarius 2 ci sono 58 persone “soccorse tra giovedì e sabato. In questo momento le condizioni meteo stanno peggiorando e nelle prossime ore aspettiamo mare con onde fino a cinque metri, quindi diventa per noi molto importante, fondamentale, riuscire a trovare un porto per sbarcare in sicurezza tutte queste persone”. A dirlo è uno dei soccorritori di Sos Méditerranée, Alessandro Porro, che ha lanciato una sorta di appello proprio mentre la nave ha ripreso la navigazione verso nord e ha chiesto la la possibilità di attraccare a Marsiglia pur trovandosi ancora a diversi giorni di navigazione dalla città francese.
Per ora il governo transalpino, per bocca del ministro dell’Economia, Bruno Le Maire, ha fatto sapere che “la Francia dice no”. Nessun appoggio da Parigi, dunque, ma nemmeno dall’Europa. “La situazione legale dell’Aquarius 2 è questa: è una nave senza bandiera europea, e ha operato in un’area di ricerca e salvataggio libica”, perciò “non impegna la responsabilità europea. Nessuno Stato membro si è fatto avanti” per aiutare. È quanto ha dichiarato Natasha Bertaud, portavoce della Commissione europea, a cui è stato chiesto se la Commissione Ue abbia un ruolo di coordinamento sulla vicenda della nave.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Milano, ragazza violentata da un tassista abusivo. Doveva accompagnarla a casa dopo la discoteca

prev
Articolo Successivo

Roma, le cause sulle buche fanno ricchi gli avvocati (sempre gli stessi). Comune cambia le regole: ma interviene l’Anac

next