Marina Abramovic è stata aggredita, questa mattina poco prima di mezzogiorno, mentre usciva da Palazzo Strozzi a Firenze che da venerdì scorso ospita una mostra dell’artista serba per festeggiare i 50 anni di carriera. Un uomo ha tirato una tela, di sua composizione, in testa alla celebre performer, 71 anni, che in questi giorni si trova nel capoluogo toscano per una serie di eventi collegati all’esposizione.

Abramovic, che sta bene, è stata trovata sotto choc nel bar che si trova nel cortile di palazzo Strozzi. L’aggressore è stato poco dopo fermato dalla polizia. Si tratta di un uomo di origine Ceca e da tempo residente a Firenze, sedicente artista già protagonista di episodi simili. Nel gennaio scorso in Piazza della Signoria l’uomo imbrattò una statua dell’artista svissero Urs Fischercon una bomboletta spray di colore rosso. In quell’occasione fu  sorpreso alle 8 del mattino da due agenti della Polizia municipale e denunciato per danneggiamento e deturpamento. In passato l’uomo ceco si denudò tra i turisti sempre in Piazza della Signoria ricavandone una denuncia per atti osceni in luogo pubblico. in un tweet il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha espresso solidarietà alla vittima: “Un uomo, non nuovo a questo tipo di gesti, ha colpito alla testa Marina Abramovic con una tela. Per fortuna lei non si è fatta niente e l’uomo è stato fermato. Solidarietà totale a Marina!”.

Fonte: Ansa/Guglielmo Pellerino

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Torino, cade dalla scala mobile in metro. Morto un 29enne studente di ingegneria

prev
Articolo Successivo

Aquarius 2, Panama avvia la revoca dai registri navali. Le ong: “Ha agito su pressione del governo italiano”

next