Una simulazione elaborata in computergrafica da uno studio tedesco specializzato in elaborazioni di modelli tridimensionali, ipotizza cinque differenti scenari che potrebbero aver portato al collasso del viadotto Morandi lo scorso 14 agosto.

Il lavoro dello studio grafico, sebbene aleatorio, è stato eseguito con software di simulazione strutturale molto accurati elaborati dal corso di laurea in Scienze applicate dell’università della Finlandia. “Il modello – spiegano – è stato realizzato a partire dai disegni originali della struttura. Le informazioni di rinforzo sono state stimate in parte ricavando informazioni dalle foto del ponte distrutto e immagini satellitari dell’area. Al fine di restringere il probabile scenario di collasso, questo video include risultati di simulazione per diversi punti iniziali di rottura. Le caratteristiche dei cumuli di detriti rispetto alla realtà spesso possono fornire un’indicazione su ciò che è probabilmente accaduto”.