“Tiè! Quattro anni fa ero una vecchia da rottamare e adesso eccomi di nuovo qui, pronta a condurre Domenica In. Che goduria…”. È una Mara Venier senza freni a parlare dalle colonne de Il Messaggero. Dopo la lunga assenza, Mara è pronta a riprendere il timone della domenica pomeriggio di Rai 1 per la decima volta e si toglie qualche sassolino dalla scarpa: “Voglio chiudere il cerchio. Ogni direttore è giusto che faccia le sue scelte, però una come me, che alla Rai ha dato, e ricevuto, tantissimo, doveva essere trattata in maniera più elegante ed educata. Sono spariti, dopo avermi fatto sapere che ero vecchia. Quindi faccio un anno della mia Domenica In e poi si vedrà” racconta.

E non ha pietà per l’edizione di Domenica In delle sorelle Parodi: “Ho visto solo la prima puntata” ma neanche tutta perché, dice, ha poi cambiato canale per vedere Barbara D’Urso. E con lei, dice, la concorrenza sarà dura: “Stravincerà lei. Il suo mix di risate e lacrime, trash e gusto sudamericano, è formidabile. E poi si è presa tantissimo pubblico di Rai1” dice ancora. Ma lei è pronta a fare di tutto per superarla: “Se riuscissi a guadagnare due punti (di share ndr) rispetto all’ anno scorso potrei ritenermi soddisfatta”

Nella lunga intervista, Mara Venier parla anche delle novità di questa sua decima edizione di quello che ritorna, delle nuove figure e di quello che succederà in studio. Un pensiero, però, non può non andare a tutti questi anni passati lontani dalla Rai, sono stati anni “belli e difficilissimi”. “Quando nel 2015 è morta mia mamma – spiega al quotidiano – dopo anni di Alzheimer, ho desiderato andarmene anche io. Sono stata a lungo depressa, non riuscivo a reagire. L’ho presa malissimo”.