“Non dovrebbe, doveva già” dimettersi. Così il vicepremier, Luigi Di Maio, sul caso del parlamentare velista, Andrea Mura, eletto nelle fila M5s, al centro di polemiche politiche per le assenze alla Camera. Le sue “sono dichiarazioni che non solo sono inaccettabili, ma bisogna considerare che i parlamentari, incluso io, sono dei privilegiati, hanno un lavoro da privilegiati con uno stipendi da privilegiati. Sono i primi che devono stare chiusi lì dentro, alla Camera e al Senato, a lavorare sulle leggi e sui provvedimenti per migliorare la qualità della vita degli italiani”, dice Di Maio a margine dell’assemblea dell’Alleanza delle cooperative. “Quindi quelle considerazioni, spero siano false, non so, dovrebbero indurre il parlamentare Mura a dimettersi”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Stadio della Roma, l’iter tecnico procede: dopo l’estate la proposta di variante urbanistica. Vero ostacolo resta la politica

prev
Articolo Successivo

Migranti, Salvini: “Pienamente soddisfatto dell’operato della guardia costiera libica. Open Arms? Mente”

next