“Non dovrebbe, doveva già” dimettersi. Così il vicepremier, Luigi Di Maio, sul caso del parlamentare velista, Andrea Mura, eletto nelle fila M5s, al centro di polemiche politiche per le assenze alla Camera. Le sue “sono dichiarazioni che non solo sono inaccettabili, ma bisogna considerare che i parlamentari, incluso io, sono dei privilegiati, hanno un lavoro da privilegiati con uno stipendi da privilegiati. Sono i primi che devono stare chiusi lì dentro, alla Camera e al Senato, a lavorare sulle leggi e sui provvedimenti per migliorare la qualità della vita degli italiani”, dice Di Maio a margine dell’assemblea dell’Alleanza delle cooperative. “Quindi quelle considerazioni, spero siano false, non so, dovrebbero indurre il parlamentare Mura a dimettersi”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Stadio della Roma, l’iter tecnico procede: dopo l’estate la proposta di variante urbanistica. Vero ostacolo resta la politica

next