Andrea Franzoso, autore del libro ‘Il disobbediente’, che denunciò la corruzione sul posto di lavoro e tra i più convinti sostenitori della legge sul whistleblowing commenta positivamente i primi dati dall’entrata in vigore della legge, alla presentazione del rapporto dell’Anac.  “Aumentano le denunce e calano le segnalazioni anonime, questo fa ben sperare, la legge è un passo avanti, ma c’è bisogno di fare ancora tanto per eliminare l’omertà. Io vado spesso nelle scuole perché è lì che può cambiare la cultura del Paese. Io sono ottimista perché incontro tanti ragazzi con sete di legalità“. E Franzoso lancia la sfida al nuovo governo sulla lotta alla corruzione: “Ora c’è un Movimento al governo che promosse questa legge che è buona sul profilo del settore pubblico, ma va rafforzato dal lato del settore privato, dove la protezione di chi denuncia è pressoché inesistente”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Punta Perotti, Italia condannata dalla Corte di Strasburgo per la confisca dei terreni: “Violata proprietà privata”

prev
Articolo Successivo

Vibo Valentia, non prescritto (per ora) ma rinviato al 2019 il processo per i rifiuti pericolosi interrati dove fu ucciso Sacko

next