Ha 28 anni, origini portoricane ed è stata attivista sostenitrice di Bernie Sanders. Da New York arriva un messaggio chiaro per le elezioni di midterm. Alexandria Ocasio-Cortez ha sconfitto nelle primarie per un seggio alla Camera Joe Crowley, deputato dal 1999. Crowley è colui a cui il partito guardava come successore naturale, nel ruolo di speaker, di un’altra veterana, Nancy Pelosi, nel caso i democratici riescano a riconquistare la maggioranza alla Camera dei Rappresentanti a novembre.

Al suo esordio da candidata, proveniente dal lavoro come organizzatrice nelle comunità locali nel Bronx, ha collaborato alla campagna di Sanders per le presidenziali. È stata eletta in una circoscrizione che include parti di Bronx e Queens con oltre il 57% dei voti e una campagna da circa 300mila dollari, spiccioli al confronto con i 3,3 milioni raccolti da Crowley. Il tutto parlando di politiche sull’immigrazione, mentre l’avversario – certo del successo – ha rifiutato qualsiasi tipo di confronto. Si conferma quindi la tendenza della ‘marcia delle donne’ fra le candidate, mentre fino a ora era stato l’establishment a farla da padrone, al punto da far chiedere che fine avesse fatto quell’energia progressista scatenata da Sanders nel 2016.

Riemerge qui, e chiama alla riflessione, il partito a Washington. Proprio mentre tornano a circolare voci che Michael Bloomberg stia meditando una corsa per le presidenziali, ma questa volta da democratico. Lo riferisce il New York Post, mentre l’ex sindaco di New York ha detto di voler intanto contribuire con 80 milioni di dollari alla campagna dem per il voto di metà mandato.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Egitto, Eni scopre Noor: ‘Più grande giacimento di gas del Mediterraneo’. La verità su Regeni si allontana

prev
Articolo Successivo

Trump-Putin, il summit si farà a Helsinki il 16 luglio: sul tavolo la distensione dei rapporti Usa-Russia e le sanzioni a Mosca

next