Poche parole che però sono una risposta chiara alle dichiarazioni del neo ministro della Famiglia Lorenzo Fontana. “Non voglio supporto, mi basterebbe smettere di sentirmi invisibile”, ha scritto Tiziano Ferro nelle storie di Instagram, replicando così alle esternazioni del ministro leghista, che al Corriere della Sera ha detto: “Le famiglie gay non esistono“. Il cantautore, che ha fatto coming out nel 2010, ha pubblicato il messaggio anche inglese e spagnolo. Dopo la risposta del cantante i portavoce del Lazio Pride, Fabrizio Marrazzo, Anna Claudia Petrillo e Richard Bourelly, in una nota hanno rilanciato “l’appello al presidente del Consiglio Conte e al vicepresidente Di Maio di procedere subito alla delega alle pari opportunità“.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Benedict Cumberbatch vero Sherlock Holmes, sventa rapina di una bici a un rider. E Deliveroo ringrazia: “Eroe”

prev
Articolo Successivo

Riki, l’idolo di “Amici” si sfoga: “Non voglio fare eventi, mi sono rotto il c****”. E poco dopo i suoi profili social vengono disattivati

next