Poche parole che però sono una risposta chiara alle dichiarazioni del neo ministro della Famiglia Lorenzo Fontana. “Non voglio supporto, mi basterebbe smettere di sentirmi invisibile”, ha scritto Tiziano Ferro nelle storie di Instagram, replicando così alle esternazioni del ministro leghista, che al Corriere della Sera ha detto: “Le famiglie gay non esistono“. Il cantautore, che ha fatto coming out nel 2010, ha pubblicato il messaggio anche inglese e spagnolo. Dopo la risposta del cantante i portavoce del Lazio Pride, Fabrizio Marrazzo, Anna Claudia Petrillo e Richard Bourelly, in una nota hanno rilanciato “l’appello al presidente del Consiglio Conte e al vicepresidente Di Maio di procedere subito alla delega alle pari opportunità“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Benedict Cumberbatch vero Sherlock Holmes, sventa rapina di una bici a un rider. E Deliveroo ringrazia: “Eroe”

next