Se dal caos istituzionale del governo M5s-Lega saltato all’ultimo minuto esce un vincitore, quello è certamente Matteo Salvini. Almeno secondo i sondaggi: secondo i dati di Swg per il TgLa7 la Lega non solo aumenta di altri 3 punti in una settimana (un’enormità per un periodo di tempo così breve), ma ora è arrivato a contendere allo stesso Movimento Cinque Stelle il primato tra le forze politiche. I Cinquestelle, infatti, registrano la tendenza inversa, con un calo molto brusco nella stessa settimana decisiva per la formazione del governo misurata da Swg in 1,6 per cento. Così ora il M5s è al 29,5 e torna dopo parecchio tempo sotto la soglia del 30 per cento, mentre il Carroccio è al 27,5.

Un secondo elemento evidente è che la Lega pesca la gran parte dei suoi voti all’interno del centrodestra, segno che la visibilità di Salvini, il suo dinamismo per tentare di fare un governo e il pragmatismo anche a scapito degli alleati viene premiato dall’elettorato della coalizione. Ne viene che Forza Italia è all’8 per cento con un ulteriore tracollo dell’1,7 in una settimana. Ma dopo molto tempo di stabilità perdono quota anche i Fratelli d’Italia che dal 4,7 passano al 3,8 con una flessione di quasi un punto. Tra gli altri partiti si segnala Liberi e Uguali, in lievissima tendenza positiva, ma comunque sotto la quota del 3 per cento, necessaria come noto per essere rappresentati in Parlamento.

Sempre per Swg 6 intervistati su 10 reputano sbagliata la decisione del presidente della Repubblica Sergio Mattarella di affidare l’incarico di un governo “di servizio” all’economista Carlo Cottarelli.

Il campione è molto diviso invece su un altro quesito, invece, ha riguardato la scelta di Mattarella di rifiutarsi di firmare la nomina di Paolo Savona a ministro dell’Economia: per il 35 per cento la scelta è stata “scorretta e ingiusta“, per il 24 per cento è stata corretta ma sbagliata nella tempistica, mentre per il 26 è stata corretta e giusta.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Governo, l’amarezza degli eletti M5s. E il sospetto sul doppio gioco della Lega

next
Articolo Successivo

Governo, Renzi: “Con Salvini e Di Maio dovevamo essere nella Terza Repubblica. Ci stanno riportando alla terza media”

next