L’indiscrezione rimbalzava sui siti da mesi, ma solo ora ha trovato l’ufficialità: Simona Ventura condurrà la prima edizione vip di Temptation Island, in onda da settembre su Canale 5. Il reality dei sentimenti, prodotto dalla Fascino di Maria De Filippi e in onda con successo ogni estate, quest’anno avrà la sua versione con i personaggi (più o meno) noti: coppie con la passione per i riflettori, dunque, metteranno alla prova la relazione con il proprio partner. Le registrazioni, come svelato da DavideMaggio, partiranno a fine agosto nell’ormai famoso resort della Sardegna.

La conferma è arrivata dalla stessa conduttrice, che a Il Messaggero ha detto: “Sì, condurrò Temptation Island Vip, ma non aggiungo altro”. Ancora una volta è Maria De Filippi ‘a portare in salvo’ la conduttrice di Chivasso, che negli ultimi anni ha dovuto fare i conti con porte chiuse e progetti minori. “Con Maria De Filippi mi trovo benissimo e spero di continuare a lavorare con lei. Non mi ha sorpreso. Siamo diverse, ma è una vera amica. Mi è sempre stata vicina, anche nei momenti brutti”, ha detto riferendosi alla Sanguinaria, che negli ultimi anni le ha dato fiducia e lavoro con Selfie, Amici (dove tutt’ora ricopre il ruolo di “commissaria esterna”) e con Temptation Island Vip ora. La riconoscenza, in questo ambiente, non è un sentimento diffuso e un plauso va alla Ventura.

Ancora top secret il cast di concorrenti, anche se molti nomi arriveranno dal mondo di Uomini e Donne e Grande Fratello. Tra i più accreditati spiccano Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser, Luca Onestini e Ivana Mrazova, Jessica Vella e Kevin Ishebabi, Clarissa Marchese e Federico Gregucci, Rosa Perrotta e Pietro Tartaglione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pechino Express, ecco concorrenti della prossima edizione: da Adriana Volpe e Marcello Cirillo a Eleonora Brigliadori

next
Articolo Successivo

Roberto Bolle irrompe nello studio di Che tempo che fa: il flash mob che anticipa OnDance di Milano

next