Dopo il produttore Harvey Weinstein, accusato di molestie da numerose attrici, la Academy of Motion Picture Arts and Sciences che assegna ogni anno gli Oscar ha espulso anche Bill Cosby e Roman Polanski. Cosby, un tempo volto amato della tv americana, è stato accusato di aggressione sessuale da decine di donne e il 26 aprile un jury della Pennsylvania lo ha riconosciuto colpevole di tre accuse di violenza: l’attore oggi 80enne avrebbe drogato e poi molestato Andrea Constand nella sua casa di Filadelfia a gennaio del 2004. Polanski, che vive in Francia, è invece ricercato negli Stati Uniti per stupro di una minorenne di 13 anni in un caso risalente al 1977. Da anni prova a negoziare un accordo con le autorità Usa e dal 1978 non mette piede negli Stati Uniti. Nel 2003, quindi, non ha ricevuto direttamente l’Oscar vinto con Il pianista.

Il board dell’Academy ha votato due giorni fa decretando l’espulsione dei soci. Dalla nascita dell’organizzazione, 91 anni fa, solo 4 persone sono state cacciate. Il primo è stato l’attore Carmine Caridi, espulso nel 2004 per aver inviato a un amico video relativi a film che sono stati pubblicati online. “Il board continua a incoraggiare standard etici che richiedono ai membri di confermare i valori dell’Academy di rispetto per la dignità umana”, afferma l’organizzazione. Il consiglio include grandi nomi dell’industria del cinema come Steven Spielberg, Tom Hanks e Whoopi Goldberg.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ikea, le polpette svedesi sono turche

next
Articolo Successivo

Belen Rodriguez: “Voglio chiedere umilmente scusa a Michelle Hunziker, ho detto una cattiveria che non penso”

next