Il figlio è vittima di atti di bullismo e i genitori provano a farsi giustizia da sé. È successo a Ragusa dove un ragazzino di 10 anni era stato umiliato in una sala giochi da un 16enne ragusano che si era pulito sui suoi vestiti le scarpe sporche. Dopo qualche giorno, i genitori si sono presentati nella sala giochi e ne è scaturita una rissa (con ricorso a stecche da biliardo, spranghe e caschi), cui ha partecipato anche la madre. La Polizia intervenuta sul posto ha poi denunciato i tre protagonisti della rissa

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ascoli Piceno, professore fa gli auguri di compleanno a Hitler (o a un fotografo tedesco) su Facebook. Il Comitato antirazzisti: “Lasci il suo ruolo”

next
Articolo Successivo

Amministratori sotto tiro, dalla Campania alla Lombardia aumenta il numero di minacce e violenze: una ogni 16 ore

next