Il figlio è vittima di atti di bullismo e i genitori provano a farsi giustizia da sé. È successo a Ragusa dove un ragazzino di 10 anni era stato umiliato in una sala giochi da un 16enne ragusano che si era pulito sui suoi vestiti le scarpe sporche. Dopo qualche giorno, i genitori si sono presentati nella sala giochi e ne è scaturita una rissa (con ricorso a stecche da biliardo, spranghe e caschi), cui ha partecipato anche la madre. La Polizia intervenuta sul posto ha poi denunciato i tre protagonisti della rissa

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Ascoli Piceno, professore fa gli auguri di compleanno a Hitler (o a un fotografo tedesco) su Facebook. Il Comitato antirazzisti: “Lasci il suo ruolo”

prev
Articolo Successivo

Amministratori sotto tiro, dalla Campania alla Lombardia aumenta il numero di minacce e violenze: una ogni 16 ore

next