Cosa si è inventata la conduttrice di Ballando con le stelle, Milly Carlucci, per cercare di contrastare la fortissima concorrenza di C’è posta per te? Un’intervista esclusiva (con tanto di scritta in sovraimpressione come in un programma qualunque di infotainment) a Robozao, il terzo (non) conduttore di questa edizione, orchestrata da Gigi Marzullo. In altre parole, citando Paolo Villaggio, “una cagata pazzesca“.

Per quanto concerne la gara della puntata di sabato 24 marzo, ancora gli occhi puntati sulla coppia di sex same dance, Giovanni Ciacci e Raimondo Todaro. La loro esibizione ha spaccato nuovamente la giuria. “Ho sentito troppe sciocchezze in questa settimana, troppe strumentalizzazioni di un giudizio assolutamente legittimo. Siete stati meglio della volta scorsa, però è lontano da ciò che mi piace dal punto di vista del ballo. Di essere accusato di omofobia, che è infamante, non lo accetto”, si è difeso Ivan Zazzaroni, che sette giorni prima aveva deciso di non votare l’esibizione. Selvaggia Lucarelli gli ha quindi dato del vecchio polveroso: “Mio padre che ha 84 anni li ha graditi. Ciacci ha la Balivo, un ragazzino ha i bulli a scuola. Lo sai che il tema è delicato”. Alla fine il giurato ha dato il suo voto alla coppia: 5.

Sul palco è tornato anche Massimiliano Morra che, durante la settimana, è stato vittima di un incidente stradale nel quale ha rischiato la vita e messo a repentaglio la sua partecipazione al programma di Rai 1. “Prendo il raccordo per tornare a Zagarolo e vedo una macchina che mi ha tagliato la strada. Non ricordo poi molto, la strada credo abbia fatto diverse capriole. Credo che la mano dell’Arcangelo Gabriele mi abbia protetto, 9 persone su 10 non sarebbero uscire vive da quell’impatto”, ha raccontato. La sua esibizione, però, non è stata votabile per i giudici a causa dei suoi pochi passi mossi in pista: ha preso zero da tutti. Ma è stato poi salvato dal giudizio del pubblico a casa (e dal tesoretto conquistato grazie all’esibizione dell’ospite Anastacia). Lo scontro finale si è acceso tra Giano Giarratana e Stefania Rocca, con l’eliminazione di quest’ultima.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

David di Donatello 2018, i vincitori: Napoli protagonista tra Spielberg e il “dissenso comune” delle donne

prev
Articolo Successivo

Fabrizio Frizzi morto per emorragia cerebrale, addio a un pezzo di storia della tv italiana

next