Claudio Cecchetto, qualche youtuber, mamme con i figli, mamme senza figli, ragazzine che lanciano manette sul palco (apprezzatissime da Damiano). È variegato il pubblico milanese accorso al concerto dei Maneskin: due date sold out (si ripete venerdì 23 marzo), anche se qualche posto libero in realtà c’era.

Un’ora e un quarto di concerto che fila liscio tutto d’un fiato tra cover che per i fan ormai sono hit targate Maneskin (come Let’s get it started e Beggin’); un momento più raccolto in acustico (“Mettete via i cellulari”, ha chiesto al pubblico il frontman) che riesuma persino Gangsta’s Paradise (1995); e poi il gran finale con Damiano che prima si arrampica sulla struttura del palco e poi si esibisce nell’ormai celeberrima pole dance in tacchi a spillo (qui sotto il video). Tutti i flash degli smartphone, infatti, sono sempre per lui, per il leader Damiano che non nega niente della sua fisicità ai fan, esibendosi spesso a torso nudo, ma quando gli si chiede il segreto del suo successo si schermisce: “Non lo so perché piaccio, ma me la godo”.

La prima data milanese è l’occasione per i vincitori morali di X Factor per presentare in anteprima il nuovo singoloMorirò da Re” (in uscita il 23 marzo). “È la prima volta che ci esponiamo in l’italiano – spiega Damiano – ma è stata una casualità perché noi scriviamo in entrambe le lingue e vogliamo destreggiarci in entrambe le lingue senza mai abbassare il livello del prodotto. Il significato della canzone è di redenzione: dal male può nascere il bene”

In autunno, inoltre, partirà un nuovo tour per l’Italia in location più grandi. “Sarà molto diverso da questo – puntualizzano – cambierà l’allestimento e soprattutto la scaletta. Non faremo più per la maggior parte cover“. Infatti, prima dei nuovi concerti, è prevista l’uscita del loro album.

(di Erminia Guastella)