Geniale, ma snob. Anna Mazzamauro, a La Confessione, in onda sul canale Nove venerdì 23 febbraio alle 23, racconta a Peter Gomez il rapporto ambivalente avuto con Paolo Villaggio nel corso della sua lunga carriera. “Un giorno gli ho chiesto perché non eravamo mai diventati amici, né sul set, né fuori. La risposta di Paolo? ‘Io amo quelli che sono arrivati, ricchi e famosi’”, racconta. “Un po’ stronzo, come la Silvani”, commenta Gomez. “No, solo snob!”. Al punto che una volta, in un salotto tv, Villaggio disse che la Mazzamauro aveva avuto il ruolo “perché serviva un cesso”. La replica dell’attrice? “Un cesso sul quale avresti molto volentieri poggiato le chiappe, caro Paolo”. Perché la Silvani, ruolo che all’inizio non doveva nemmeno essere ricoperto dalla Mazzamauro, che si era candidata per fare la moglie di Fantozzi, “era la donna dei sogni del ragionier Ugo”, ricorda l’attrice – “Al provino, il regista Luciano Salce confessò: ‘Anna, ti ricordavo più brutta‘”. Una bruttezza sulla quale Anna Mazzamauro ha giocato per tutta la vita: “Non so se fosse bella, di sicuro la signorina Silvani era un po’ stronza….Come Villaggio, del resto”.

Nell’intervista, l’attrice parla anche dell’episodio di violenza subito sul set di ‘Poveri, ma ricchi’ scagionando Enrico Brignano e del regista Fausto Brizzi, al centro di alcune accuse per molestie sessuali: “Io sono dalla parte del signor Brizzi, perché i fatti personali non devono interessare. Ho letto i suoi libri e un uomo che scrive così non può essere uno squallido come si tenta di dipingerlo”

L’intervista ad Anna Mazzamauro segue la puntata della scorsa settimana con ospite Marco Baldini. Dopo i buoni risultati d’ascolto, la seconda stagione del programma torna sul canale Nove il venerdì, alle 23, subito dopo Fratelli di Crozza, lo show satirico di Maurizio Crozza. Tutte le puntate della prima stagione (Emilio Fede, Alex Schwazer, Lele Mora, Vittoria Schisano, Vittorio Sgarbi, Alba Parietti, Antonio Di Pietro, Erri De LucaMalena, Giacobbe Fragomeni, Vanna Marchi, Vittorio Cecchi Gori) e l’intervista esclusiva a Fausto Bertinotti sono disponibili in abbonamento sul sito e sulla applicazione di Loft.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Metano, un’alternativa concreta per la mobilità sostenibile. Volkswagen ci punta – FOTO

next
Articolo Successivo

Balle Spaziali, Marco Travaglio smonta 4 fake news: dall’inchiesta di Fanpage all’intervento di Calenda su Embraco

next