Parapiglia verbale a Coffee Break (La7) tra Mario Adinolfi, leader del Popolo della Famiglia, e il conduttore della trasmissione, Andrea Pancani. L’ex deputato Pd accusa La7 di non aver dato spazio mediatico al Family Day e menziona alcuni talk show politici della rete di Cairo, come Otto e Mezzo, L’Aria che tira e Dimartedì. E aggiunge: “Lo dico ai direttori Andrea Salerno ed Enrico Mentana. Sappiano che esiste una legge, che si chiama par condicio“. “Ma tu sei qui oggi, a dimostrazione che non è vero quello che dici”, replica Pancani. “Non dimostra niente” – ribatte Adinolfi – “perché 1000 a 1 non è la dimostrazione. Con grande simpatia e da giornalista dico che una legge è una legge e un direttore di rete e un direttore di tg alla legge devono stare un po’ attenti”. “Anche oggi l’Authority ha detto che La7 è assolutamente corretta”, precisa il conduttore. “Ah, è corretta? Ma l’avete letta la legge o parlate così per dovere d’ufficio?”, ribadisce Adinolfi. “L’abbiamo letta. C’è un garante e tu puoi andare a sentirlo direttamente”, risponde Pancani. Anche nei minuti successivi il leader del PdF ribadisce l’oscuramento passato delle iniziative del suo movimento. Poi ha un battibecco con Annamaria Barbato Ricci di +Europa, che diverge sulla posizione anti-abortista di Adinolfi: “Sono sempre inquieta quando sento questa storia delle leggi contro l’aborto. E’ una questione sancita da una legge nel 1978″. “La legge può essere abrogata, signora”, ribatte Adinolfi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Jean Claude Juncker è stato lucidissimo. Ecco cosa ci aspetta dopo il voto

next
Articolo Successivo

Elezioni, Migliore (Pd): “Non criticate M5s”. Gomez: “Stufo che parlamentari strapagati come lei vadano in tv a mentire”

next