Dopo i casi dei professori indagati e arrestati a Roma e Riccione, che sono accusati di aver abusato delle loro studentesse minorenni, è arrivata la stretta che riguarda “comportamenti e molestie a carattere sessuale”, come si legge nel nuovo contratto degli insegnanti.

Riporta La Repubblica che saranno sufficienti sms a sfondo sessuale accertati o avances denunciate a scuola perché un docente venga licenziato. La nuova norma vale “anche dove non sussista la gravità o la reiterazione dei comportamenti”. Il professore potrà tornare il cattedra se riconosciuto innocente nei tribunali.

Intanto è in arrivo, entro luglio, un codice etico degli insegnanti sull’uso dei social per comunicare con gli studenti e sarà collegato alle sanzioni disciplinari. Saranno previste misure per chi fa un uso improprio, quindi un uso non educativo, dei social network e/o dei canali di comunicazione informatici per relazionarsi con gli studenti.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Scuola, le elezioni sono ormai alle porte. Sì a rinnovo contatto atteso da 10 anni. Costa 1,5 miliardi, bonifici da marzo

prev
Articolo Successivo

Scuola, Gruppo di Firenze al ministero: “I docenti impreparati vanno puniti”

next