Prima boccia l’ipotesi Tajani premier, evocata da Berlusconi, poi Giorgia Meloni smentisce pure di aver parlato con lo stesso leader di Forza Italia e con Salvini di due altri possibili candidati per Palazzo Chigi. “Io gioco a carte scoperte, se fossi in Berlusconi dichiarerei prima i nomi, in modo che gli elettori li conoscano, come ha fatto Fratelli d’Italia“, ha rivendicato la leader del partito, replicando all’ex premier che avevo parlato di “due personalità in serbo”, ancora segrete. Meloni ha così rilanciato la sua corsa. “Speriamo di dare agli italiani la prima donna presidente del Consiglio”. Sui dissidi in casa centrodestra, l’ultimo sui dazi di Trump, si è invece difesa: “C’è un programma condiviso. Questa legge elettorale porta i partiti a differenziarsi in campagna elettorale, ma alla fine una sintesi si troverà”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Rincari A24, la protesta dei sindaci irrompe alla presentazione di Rivoluzione Cristiana. E scatta il battibecco con Rotondi

prev
Articolo Successivo

Pd, Sala: “Renzi? Faccio fatica ad andare d’accordo con lui, ma mi dispiace che sembri il colpevole di tutto”

next