“Non ho mai fatto politica nella mia vita. Non credo di poter dare un contributo al di là dei miei valori a 87 anni. Ma ci sono parecchie cose che forse potrò raccontare in Senato e spero ci siano orecchie per sentire. Parole sulla razza bianca? L’ho trovato di grande ignoranza. Credo abbia fatto male a chi l’ha detto, più che a me”. Così la neosenatrice Liliana Segre, sopravvissuta al genocidio ebreo nella Seconda guerra mondiale, presente stamani al Teatro Arcimboldi di Milano. Segre è stata accolta dall’applauso degli studenti presenti

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Bologna, blitz del collettivo Hobo a incontro Pd: “Avete rovinato il futuro, vendete Italia ai fascisti”. “Vergognatevi”

prev
Articolo Successivo

Rincari A24, la protesta dei sindaci irrompe alla presentazione di Rivoluzione Cristiana. E scatta il battibecco con Rotondi

next