“Ci hanno scortato verso la morte la sera prima. Hanno pulito la strada, aprendoci la via per la morte e per non tornare più a casa”. Giampaolo Matrone è l’ultimo sopravvissuto dell’hotel Rigopiano, lo hanno tirato fuori dopo 62 ore, ha subito 5 interventi al braccio e alla gamba. È tornato nella sua pasticceria a Monterotondo, cittadina a 30 chilometri da Roma, circondando dall’affetto del paese e dalle foto di Valentina Cicioni, sua moglie, che a casa non è mai tornata

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Val Susa, No border in marcia sulla neve: “Migranti rischiano la vita qui sulle montagne, ospitalità è nostro dovere”

next
Articolo Successivo

Genova, “coltellata a un antifascista da militanti di Casapound”: conferme al raid da telecamere. Pm: “Tentato omicidio”

next