Ha palpeggiato una bambina di 10 anni che stava soccorrendo con l’ambulanza ed è stato arrestato con l’accusa di di violenza sessuale aggravata. I carabinieri di Milano hanno fermato un 50enne di Lacchiarella, incensurato, che il 13 dicembre era in servizio è intervenuto a casa di una minorenne di 10 anni, italiana, che a causa della febbre alta necessitava di cure mediche. Mentre era a casa della bambina per il rilevamento dei suoi parametri vitali, la madre aveva notato l’uomo accarezzare la figlia sulla schiena, da sopra il pigiama, ritenendo la cosa un mero gesto di affetto.

Successivamente, nel corso del trasporto a bordo dell’ambulanza presso l’Ospedale San Paolo, l’uomo, approfittando di un momento di distrazione della madre, impegnata in una conversazione al cellulare, e del collega che stava compilando la documentazione di soccorso, era stato notato con la coda dell’occhio dalla madre palpeggiare la minore dal seno fino al pube, da sopra il pigiama. Con l’intento di schermare la vista al collega, estraneo ai fatti, l’uomo – che non era a capo dell’equipaggio sull’ambulanza – aveva interposto una cartellina contenente documentazione da compilare. Giunti presso la struttura sanitaria, la madre ha raccontato ai carabinieri l’accaduto. I militari, dopo i primi accertamenti, hanno arrestato l’uomo che si trova tuttora a San Vittore.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Como, “bivacco solidale” contro l’ordinanza anti-accattonaggio: “Sindaco, passi il Natale con i clochard”

prev
Articolo Successivo

Milano, 25enne vuole farsi suora: padre e fratello cercano di rapirla. Arrestati

next