Nella giornata del Black Friday, per la prima volta i lavoratori dello stabilimento Amazon di Castel San Giovanni hanno incrociato le braccia. Protestano contro le condizioni di lavoro all’interno dello stabilimento e per gli orari di lavoro: “È un lavoro usurante – spiegano i lavoratori e le lavoratrici fuori dai cancelli – camminiamo chilometri ogni giorno e facciamo per otto ore gli stessi gesti”. Secondo fonti sindacali, alla protesta ha aderito il 50% dei lavoratori, ma quasi nessuno degli interinali ha aderito: “La loro paura giustifica la loro assenza” ha commentato il segretario della Fisasca Cisl Parma Francesca Benedetti.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Amazon, al via lo sciopero nel centro distribuzione di Piacenza. Ma gli interinali non aderiscono e le consegne continuano

prev
Articolo Successivo

Black Friday, ad Amazon si sciopera per le condizioni di lavoro: “Il picker deve correre, se sfora è segnalato al manager”

next