Una statua di bronzo per Bud Spencer che svetta nell’ottavo distretto di Budapest. E’ un modo per ricordare l’attore scomparso nel giugno del 2016 che, insieme a Terence Hill, è amatissimo in Ungheria fin dai primi anni ’80 quando la televisione del Paese ancora comunista cominciò a trasmettere i loro film. “Aveva una forza unificatrice, che ha creato una comunità di persone offrendo loro risate e gioia”, ha detto Mate Kovacs, il ‘sindaco’ dell’ottavo distretto di Budapest durante la cerimonia a cui hanno partecipato molti fan dell’attore italiano. “Era un bravo atleta – ha aggiunto ricordando i trascorsi di campione di nuoto di Carlo Pedersoli, classe 1929 – un bravo attore, un buon marito ed un buon padre“. Alla cerimonia di inaugurazione della statua – alta 1,4 metri e di 500 chili di peso – ha partecipato la figlia dell’attore, Cristiana Pedersoli che ha ricordato una frase del padre: “La mia carriera non sarebbe esistita senza i miei fan”.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sandy Gallard, finge un rapimento per passare un fine settimana con l’amante: condannata

prev
Articolo Successivo

Paolo Fox, perché l’astrologo di RaiDue è in tendenza su Twitter?

next