La PG Arena da oltre 800 posti pronta ad ospitare i tornei principali e tutto intorno una serie di altri eventi legato al mondo dei videogiochi competitivi. Così si presenta il lungo weekend della Milan Games Week. Uno dei protagonisti sarà Overwatch, con addirittura due competizioni: da una parte il TGL – giunto alla sua seconda edizione – che incoronerà il migliore tra i team presentati dalle sale lan targate MSI, dall’altra l’Overwatch Premier Circuit – la classe regina – che vedrà sfidarsi il 30 settembre quattro delle migliori squadre italiane, proprio nella PG Arena.

Per chi non lo conoscesse, Overwatch è uno sparatutto in prima persona a squadre, sviluppato da Blizzard Enterainment, vincitore del titolo di gioco dell’anno per il 2016. Nel competitivo, due squadre di sei giocatori si affrontano a seconda della mappa scelta in una delle varie modalità disponibili (Conquista, Trasporto, Conquista/Trasporto e Controllo), alternandosi nel ruolo di attaccanti e difensori, se previsti.

I player possono scegliere di utilizzare uno dei 25 eroi presenti nel gioco, ognuno con abilità diverse, a seconda del ruolo che viene loro richiesto: Tank, dotati di abilità difensive che permettono di limitare i danni al gruppo, Supporto, dotati di abilità principalmente indirizzate alla cura o al potenziamento dei propri compagni, Difesa, dotati generalmente di abilità offensive particolarmente indicate a situazioni di difesa, o Attacco, generalmente dotati di abilità offensive votate all’assalto.

L’Overwatch Premier Circuit, torneo organizzato da Personal Gamer, vedrà sul “campo” i Samsung MorningStars, l’Epok Team, i Next Gaming e il Team Forge. Le migliori quattro squadre italiane si sfideranno in un torneo organizzato in semifinali e finalina (3°/4° posto) giocati al meglio di 3 partite, mentre la finalissima si giocherà al meglio delle 5. Il montepremi finale è di 5700 euro: al vincitore andranno 2100 euro, al secondo 1500, al terzo 1200, e infine l’ultimo che si dovrà accontentare di 900 euro.
Nelle prossime pagine avrete modo di conoscere le quattro sfidanti e i loro giocatori.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Cybersecurity, gli esperti al convegno: “Attacchi informatici? Sono pericolosi come quelli militari”

prev
Articolo Successivo

Smart Work, perché lavorare da remoto è più utile e innovativo

next