Ogni volta le congratulazioni, i complimenti, l’abbraccio virtuale di istituzioni e cittadini. Ogni volta l’impegno oltre il protocollo, fino agli straordinari degli straordinari, fino alla commozione per aver salvato tre bambini estratti dalle macerie. Eppure, dopo un’altra estate terribile tra l’emergenza incendi e il nuovo terremoto un anno dopo da quello di Amatrice e Accumoli, i vigili del fuoco sono ancora lì a chiedere le stesse cose che chiedono ormai da anni, urgenza dopo urgenza. Oggi, nel giorno della gioia per il salvataggio di Pasquale, Mattias e Ciro, a ricordarlo è la Cgil Funzione Pubblica che esprime ”vicinanza alla cittadinanza” di Ischia e esprime “rispetto di quanto accaduto”, senza però rinunciare a ribadire “l’indignazione nei confronti del governo”. “Lavoriamo ininterrottamente da mesi – ricorda il sindacato dei vigili del fuoco – in ragione degli eventi che hanno colpito nel corso di quest’anno il nostro Paese, registrando però soltanto chiacchiere e pochi fatti. È urgente e non più rinviabile adottare misure a favore del Corpo, più volte promesse ma mai arrivate”. Servono assunzioni, mezzi e risorse, dicono. I pompieri sono infatti “sotto organico di 3.500 unità, con mezzi e attrezzature da ripristinare, sottopagati e senza assicurazione contro gli infortuni“. Per questo, secondo il sindacato, servono “misure urgenti” per il corpo. “Tanti i vigili coinvolti nelle operazioni, con dedizione e con la consueta professionalità sono partiti da altre regioni per portare aiuto ai cittadini, viaggiando con mezzi vecchi e impiegando tante ore di viaggio” si legge nella nota della Cgil Fp.

I vigili del fuoco, aggiunge il sindacato, operano in “uno stato di emergenza continuo e non dichiarato, opera quotidianamente da più di un anno tra terremoti, incendi, maltempo” e adesso “la nuova scossa che ha colpito l’isola” scrive il sindacato. “Come sempre, ancora una volta, nonostante le mancate risposte da parte del Governo, a lavoro a testa bassa nell’emergenza. Ma non si può più tacere: servono misure urgenti a favore del Corpo dei vigili del fuoco”.

La Fp Cgil Vigili del Fuoco è in “stato di agitazione” e “tra polemiche estive, cattiverie e falsità” lancia un monito al Parlamento: “Un paese sicuro non può prescindere dal riconoscimento del fondamentale ruolo dei vigili del fuoco, veri e insostituibili professionisti del soccorso“.

Solo a fine luglio il sindacato pubblicava i numeri dell’emergenza di quest’anno: sono raddoppiati gli interventi dei vigili del fuoco, passati da 24mila dello scorso anno agli oltre 45mila di questo. Mentre, nel quadro dell’emergenza incendi è triplicato il numero di interventi aerei che sfiora i 2mila, così come le ore di impiego della flotta aerea. Simbolico il numero dei lanci effettuati da elicotteri e Canadair: circa 21mila, sempre nel periodo giugno-luglio, rispetto ai 7.300 registrati nello stesso periodo del 2016. Ad inizio agosto sono state sbloccate dalla ministra Marianna Madia 400 assunzioni straordinarie “già stabilite in precedenza”e che sono “nulla a fronte della carenza di personale totale” fa sapere al fattoquotidiano.it il sindacato. Come se non bastasse, dal 2009 il contratto dei vigili del fuoco è bloccato.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Forestale, la riforma finisce alla Consulta? La Cgil: “L’avevamo detto”. Sinistra Italiana: “Assurdo eliminare il Corpo”

next
Articolo Successivo

Jobs Act, flop dell’assegno di ricollocazione per i disoccupati: in sei mesi solo il 10% ha fatto domanda

next