La morte della donna di 61 anni vittima dell‘attacco di Cambrils, porta il numero delle vittime degli attentati della Rambla di Barcellona e della città terragonese a 14. Tre sono italiani. Ma ci sono anche un uomo di Granada, un bambino spagnolo e una donna belga, confermati da fonti ufficiali. Sono Spagna e Italia i paesi che hanno pagato il maggiore prezzo in vite umane negli attentati spagnoli. Delle 14 vittime annunciate, finora è stata confermata la morte e l’identità di tre italiani, una belga, quattro spagnoli, una ispanico-argentina, un americano, un canadese e due donne portoghesi. Ancora non c’è certezza sulle tre vittime tedesche annunciate dalla tv pubblica ZDF.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Attentato Barcellona, ministro distingue tra morti “spagnoli” e “catalani”. Finita subito la “concordia nazionale”

next
Articolo Successivo

Attentato Barcellona, 3 italiani tra i 14 morti. Un terrorista in fuga: “Forse in Francia”. Nel covo 106 bombole di butano

next