Luigi Di Maio ha partecipato domenica all’ultima giornata del Wired Next fest. Prima del suo intervento dal palco il grillino ha detto la sua sulla legge elettorale. “Domani incontriamo gli esponenti del Pd per capire che intenzioni hanno. Una cosa gli italiani la devono sapere: la nostra partecipazione alla formazione di una legge elettorale serve ad arginare l’inciucio tra Renzi e Berlusconi. Noi ci siamo per fermare i partiti morenti di questo Paese che si mettono insieme per non morire”.

Poi si sofferma sull’articolo 18. “Noi siamo per l’abolizione del Jobs act e siamo anche per l’abbassamento delle tasse sulle imprese, l’abolizione di Equitalia e aiutare gli imprenditori”. Infine chiude parlando del governo attuale. “Gentiloni sta scaldando la sieda per un altro che è quello che si è fatto rieleggere segretario del Pd e crede di poter tornare a guidare il governo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Moby Prince, Concordia, Viareggio: in Toscana nasce l’Armadio della Memoria: un centro per non dimenticare le stragi

next
Articolo Successivo

Legge elettorale, Martina: “Confronto Pd ridetermina riposizionamento forze politiche”

next