L’iFuk VR della linea Love Botz della XrBrands.com è infine la punta di diamante della masturbazione maschile all’epoca delle riproduzione dell’immagine virtuale. Per 200 dollari i possessori dell’iFuk possono scaricare dalla app apposita i file che permettono la personalizzazione della gamma di combinazioni per creare la propria partner virtuale. Inserita l’enorme mascherona con cuffie, e maneggiati con cura dallo smartphone i comandi, va poi inserito l’enorme cilindro masturbatore a forma di vagina fornito nel pacco regalo. Chi l’ha già provato dice che è un’emozione pazzesca, ma che ci vuole anche un po’ di pazienza per riuscire a concatenare tutti i movimenti delle mani.

INDIETRO

Sex Toys, i dildo sono uno dei oggetti più acquistati online: le novità? Dal goliardico ‘Clone-a-Willy” all’impegnativo The Rumpy

AVANTI

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Escort e incinta, la storia di Summer: “È diritto di una donna prostituirsi anche in gravidanza”

next
Articolo Successivo

100 dollari per 20 minuti su Skype, senza fare sesso. Storia della escort Olivia Coxxx, maestra di “findom”

next